Lettere dal fronte: Inchiesta sull'industria della sanità

Lettere dal fronte: Inchiesta sull'industria della sanità

mannequins

In tempi velocissimi la pandemia ha investito il piano globale, con effetti differenti nei diversi luoghi, ma cambiando ovunque, da un giorno all’altro, la nostra quotidianità. All’inizio di una crisi economica dai contorni ancora indefiniti dubitiamo dei proclami sul «nulla sarà come prima», così come sarebbe sciocco perdere l’occasione di mettere in discussione categorie e modelli di analisi che già da tempo non funzionavano più.

Con i materiali di inchiesta e riflessione a caldo raccolti sull’industria della sanità in questi mesi inauguriamo la nuova sezione «Focus», con cui metteremo in rilievo temi specifici, con l’obiettivo di sganciarci dalla frenesia della cronaca e conquistare una temporalità autonoma del ragionamento. Segnaliamo in particolare gli articoli incentrati sulle condizioni di lavoro degli infermieri (La sanità ai tempi del Covid19, Lettere dal Fronte, Tenetevi pure i ringraziamenti) e dei medici (L’emergenza continua e senza picco della sanità italiana, Dentro l'emergenza sanitaria: le altre patologie non sono in quarantena), il tema del lavoro volontario e gratuito degli studenti di medicina (Il lavoro volontario negli ospedali dell’emergenza). Segnaliamo inoltre la preziosa conversazione con Gianfranco Pancino, La pandemia annunciata, pubblicata su «Kritik3». 

Attraverso questi materiali emergono con chiarezza almeno quattro elementi: i punti di crisi o tracollo del sistema sanitario italiano, dovuto a precise scelte politiche; i livelli di sfruttamento e ipersfruttamento lungo la gerarchia dell’industria sanitaria; la mancata preparazione a fronte di una pandemia annunciata; la necessitò di avviare un percorso di analisi su realtà, tendenze e possibilità di conflitto dentro questa complessa e strategicamente fondamentale industria, al di là delle semplificazioni sulla mera difesa del pubblico.

Scarica il pdf

Allegati
Etichette
Sezioni
Autore