Alessandro Lolli

Ideologia nerd

v
Riportiamo un estratto (pagg. 143-156) dal libro di Alessandro Lolli La guerra dei meme, 2020, effequ.
Il cammino del giovane nerd (o freak o gamer che si voglia) parte dall’esperienza vissuta dell’emarginazione, la quale ben presto degenera in complesso di inferiorità. Gli viene in soccorso la capacità aggregativa della rete, che permette di scoprire e raggiungere i propri simili, in altre parole, coloro che portano il medesimo stigma. Si passa così a una spinta comunitaria che rovescia il vittimismo in voglia di rivalsa e di vendetta. Il meccanismo degli opposti porta infine il neonato gruppo a consolidare la propria forza estendendo il campo dell’inimicizia, dalla censura femminista, ai media liberal-progressisti, fino a tutta la società consumistica e globalizzata.
Etichette

Sei tesi su complottismo e rivoluzione

Complottiamo
Un contributo di Alessandro Lolli, autore de La guerra dei meme (effequ 2017), il quale del complottismo si è già occupato: sei tesi dallo sguardo obliquo articolate per punti, utili per cominciare ad aprire un dibattito necessario sulla questione
Sempre più spesso, non solo come militanti politici, ci troviamo a confrontarci con il “complottismo”, o meglio, con le “soggettività complottiste”. Un fenomeno complesso che ha raggiunto una massa critica tale, all’interno delle società in cui viviamo™ e soprattutto della composizione di classe, da non poter più essere ignorato, tanto meno ridicolizzato o respinto. Attenzione: non si tratta qui di giustificare e assumere le credenze o le ideologie complottiste come veritiere, o, specularmente, schiacciarsi e riprodurre gli atteggiamenti e la narrazione delle centrali di produzione della verità dominante. Crediamo invece sia più proficuo indagare i processi materiali e soggettivi alla base della diffusione del fenomeno, per ricercarne origini, tendenze, fratture e possibili ambivalenze.
Etichette