Stampa

L’Archivio Disobedience: agire sul tempo

on .

di ELVIRA VANNINI e DUCCIO SCOTINI

“Ciò che diviene storia è sempre determinato da quello che è stato archiviato. Ma nel caso delle attuali mobilitazioni collettive dal basso (del loro dispiegamento molecolare e globale) c’è qualcosa di costitutivamente inarchiviabile. Questa riluttanza all’archiviazione in un sistema coerente è nella stessa natura della disobbedienza sociale”[1].

Stampa

Selezione video da Disobedience Archive

on .

a cura di ELVIRA VANNINI E DUCCIO SCOTINI

Una selezione di alcuni video del nuovo ciclo di lotte che si apre a partire dal 2011 e che vede collettivi di artisti con un ruolo importante nell’organizzazione dei movimenti.

Stampa

Introduzione. C’era una volta la politica

on .

di DOUGLAS MORTIMER

1492-1527: in una celebre battuta del Terzo uomo, Orson Welles fa dire al personaggio Harry Lime da lui interpretato: «In Italia per trent’anni hanno avuto guerra, terrore, omicidio, strage, e hanno prodotto Michelangelo, Leonardo da Vinci e il Rinascimento. In Svizzera, con cinquecento anni di amore fraterno, democrazia e pace cos’hanno prodotto?...L’orologio a cucù».

Stampa

Prefazioni e intervista su “Vogliamo tutto”

on .

Vogliamo tutto di Nanni Balestrini non ha bisogno di presentazioni: è una straordinaria narrazione delle lotte dell’operaio-massa e del rifiuto del lavoro, è una storia della soggettività collettiva protagonista di un fondamentale ciclo di conflitto sociale. DeriveApprodi propone una nuova edizione di questo grande classico: noi pubblichiamo la prefazione scritta da Franco Bifo Berardi e la prefazione dell’autore per un’altra edizione. Per leggere e rileggere oggi Vogliamo tutto, Marianna Sica ha intervistato Nanni Balestrini.