EDITORIALI

La tigre di carta - postilla

Editoriale su crisi e governo del cambiamento cromatico

Di quello che avevamo da dire sulla crisi di governo, l’essenziale lo abbiamo scritto nell’editoriale di metà maggio. L’essenziale politicamente, l’essenziale per un “noi” da costruire. Ma non c’era ancora la crisi, si obietterà. Per le ragioni illustrate in quell’editoriale (e non solo, ci mancherebbe) quel governo è sempre stato in crisi. Anzi, non vi è in questa fase storica governo che non sia solo governo della crisi, ma al contempo governo in crisi.

Leggi tutto...

GALLERY

Kamo Modena recensisce Attraverso questo mare di cemento, scritto e autoprodotto dal laboratorio Jacob di Foggia. Se dovessero mettere questo libro su uno scaffale di una biblioteca, ci dice Kamo, “lo metteremmo sotto la sezione dell’Epica, tra La banda Bellini e l’Eneide, non troppo lontano dalle leggende norrene. Perché la sensazione è proprio quella di avere fra le mani una saga di provincia senza déi, dove eroi da bar si alternano a guerrieri delle strade, Enea da stadio si confondono a Ragnarr Lothbrok antifascisti.” Pubblichiamo “I padroni del fuoco. Per un’epica militante”.

NEETWORK

+ Kekko - Ken

Riceviamo e pubblichiamo un testo a firma Dada Umpa sui recenti film di Ken Loach e Checco Zalone

Leggi tutto...

Mitologie dell’Estrattivismo. Natura e lavoro fra le Alpi Apuane

Articolo di inchiesta di Chiara BraucherMattia Giandomenici sull'estrattivismo nei territori delle Alpi Apuane

Leggi tutto...

CARTOGRAFIE

Militanti e attivisti dai centri sociali al movimento globale

Questa mattina ci ha lasciati Benedetto Vecchi, compagno con cui abbiamo condiviso percorsi, elaborazioni, discussioni. Benedetto è stato per lungo tempo responsabile delle pagine culturali de “il manifesto”, ha partecipato alla stagione delle riviste degli anni ’90 (innanzitutto “DeriveApprodi”), è stato tra le figure importanti di UniNomade. Ha sempre cercato di combinare la produzione del discorso con le esperienze militanti. Lo vogliamo ricordare con un intervento che fece per il ciclo seminariale di Commonware “Stili della militanza”; l’incontro si fece nel maggio 2013 in Piazza Verdi a Bologna, che da pochi giorni studenti e studentesse avevano liberato cacciando la polizia. Ciao Ben.

Leggi tutto...

Cile 2019: si è inceppata la macchina che produce soggetti?

Una riflessione di Andrea Fagioli sulle lotte sociali in Cile dei mesi scorsi

Leggi tutto...

Da Marx all'operaismo: storia, concetti, problemi (2012)

Commonware è un percorso dedicato alla condivisione dei saperi e alla costruzione di percorsi di conricerca e autoformazione.

É una cassetta degli attrezzi per i movimenti e dentro i movimenti, un luogo di elaborazione di nomi e categorie comuni, un laboratorio di formazione politica e di inchiesta militante. Commonware è in particolare una critica della società della conoscenza e un modulo replicabile e virale che sfida gli open courseware dell’accademia globale, cioè i pacchetti formativi dell’università-azienda che producono dequalificazione e precarietà.

Il primo corso di Commonware, che si è tenuto a Bologna tra gennaio e maggio del 2012, ha avuto come obiettivo la socializzazione ed elaborazione critica di esperienze e concetti della storia del pensiero radicale e della lotta di classe, a partire da Marx fino ad arrivare all’operaismo. Nelle otto lezioni è stato possibile costruire una base condivisa per riflettere sugli strumenti fondamentali volti a comprendere la genealogia del presente e, dunque, ad agire al suo interno in direzione di una trasformazione dei rapporti sociali.

Questa prima sperimentazione è stata accompagnata da una bibliografia consigliata, mentre tutte le lezioni sono state video-registrate così da consentire su larga scala la fruizione dell’intero modulo formativo.

Il corso ha dato origine al volume Genealogie del futuro. Sette lezioni per sovvertire il presente.

 

Programma

Università di Bologna (Aula 2 – Facoltà di Lettere e Filosofia, Via Zamboni 38)

 

#1 – Introduzione al corso (martedì 24 gennaio, h. 16)


Gigi RoggeroSandro Mezzadra

Discussione 1Discussione 2, Discussione 3

 

#2 - Marx: un’introduzione alla critica dell’economia politica (martedì 31 gennaio, h. 16)

Adelino Zanini

Discussione

 

#3 - Stato e costituzione (mercoledì 22 febbraio, h. 16)

Sandro Chignola

Discussione

 

#4 - Storia dei movimenti dagli anni ’60 a oggi (mercoledì 7 marzo, h. 16)

Antonio Negri

Discussione 1, Discussione 2

 

#5 - Moneta e capitale finanziario (venerdì 23 marzo, h. 16)

Christian Marazzi

Discussione

 

#6 - Produzione/riproduzione e critica femminista (giovedì 29 marzo, h. 16)

Alisa Del Re

Discussione

 

#7 - Operaismo e composizione di classe (giovedì 17 maggio, h. 16)

Sergio Bologna

Discussione

 

#8 - Inchiesta e conricerca (mercoledì 30 maggio, h. 16)

Federico Chicchi e Salvatore Cominu

Discussione

Input

DeriveApprodi inaugura la collana «Input», pamphlet di 96 pagine dal costo contenuto di 5 euro. Input significa uno stimolo alla costruzione di reti tra punti di distribuzione, luoghi di dibattito e presentazione dei volumi, spazi reali e virtuali di discussione. Input non propone nessuna ricetta. Input vuole piuttosto provare a offrire insoliti ingredienti per nutrire menti curiose e inquiete.

Qui il testo di presentazione del progetto.

Per questa nuova collana è stato pubblicato Il treno contro la Storia. Considerazioni inattuali sui ’17 di Gigi Roggero. Potete richiedere il volume scrivendo all’editore (info@deriveapprodi.org) oppure al nostro sito (info@commonware.org).

GENEALOGIE

Archivio completo di UniNomade