EDITORIALI

Ricominciamo dal metodo

di COMMONWARE

0. Sconfiggere il pensiero della sconfitta: ecco il primo compito politico della fase. Cos’è il pensiero della sconfitta? È l’assunzione dell’impossibilità di trasformare lo stato di cose presente, è l’accettazione di un ruolo marginale, è alzare nei fatti una bandiera bianca pur sventolando ideologicamente una bandiera rossa. 

Leggi tutto...

CARTOGRAFIE

À bas l’état, les flics et les patrons!

Articolo di inchiesta militante di Matteo Priorelli dentro il movimento francese

Leggi tutto...

La nuova politica e i suoi limiti

Contributo di Santiago López Petit al dibattito “Welcome back Mr Socialism?”

Leggi tutto...

NEETWORK

Dal Mutualismo al Terzo Settore. Cosa resta oggi di una soggettività contro?

Articolo di Sandro Busso e Enrico Gargiulo sulla critica della categoria di Terzo Settore

Leggi tutto...

Il salario a vita. Una pratica anticapitalista per superare la violenza del mercato?

Intervista di Gianluca De Angelis a Bernard Friot a partire dalle lotte in Francia contro la Loi Travail

Leggi tutto...

GALLERY

Di Elogio della militanza. Note su soggettività e composizione di classe (DeriveApprodi, 2016) abbiamo già pubblicato l’introduzione. Lì si scrive: “il pensiero e la scrittura sono degli arnesi”. Il libro di Gigi Roggero va allora usato come un arnese, per costruire e approfondire il dibattito politico. In questa prospettiva, pubblichiamo ora la recensione al volume scritta da Christian Marazzi, “Il rabdomante di una scelta di campo”, e le note di Andrea Russo e Marcello Tarì, “Come si diviene un militante?”.

L'anima al lavoro

GENEALOGIE

Archivio completo di UniNomade